Tutti noi conosciamo le qualità di un giocatore straordinario come Gianluca Zambrotta. Non tutti sanno che al termine della carriera agonistica Gianluca ha investito tutte le sue energie in uno sport di cui è stato uno dei precursori: il Padel.

Come lui stesso racconta, già agli inizi degli anni 2000, quando militava nel Barcellona Football Club, Gianluca si innamorò di questo sport che all’epoca in Italia contava meno di 10 campi, ma che in Spagna aveva già raggiunto il grande pubblico. Oggi Gianluca Zambrotta è tra i più importanti dealer del Padel in Italia e grazie all’alleanza strategica con Il Mondo di Scimpa di Luca Allegrini ha portato e sta portando il Padel nelle strutture ricettive più esclusive.

zambrotta padel corporation alleanza : Paddle Corporation - Vendita di Campi da Padel - Made in Italy

Gianluca ha inoltre creato alcuni circoli Padel di sua proprietà di altissimo livello, primo fra tutti quello di Como. Nel 2021 arriva una notizia per noi inaspettata e che ha riempito di orgoglio: Gianluca ci chiede di essere il suo fornitore esclusivo per i campi da Padel. E siccome da cosa nasce cosa, abbiamo preso la palla al balzo e chiesto a Gianluca se voleva unirsi a noi nell’avventura Decathlon, dove Paddle Corporation aveva iniziato ad installare il primo campo in Europa all’ interno di un centro commerciale e l’idea è stata accettata con entusiasmo.

gz19 : Paddle Corporation - Vendita di Campi da Padel - Made in Italy

Proprio ad inizio 2022 ha preso il via il progetto dove Paddle Corporation e GZ19 costruiranno decine di strutture nei Decathlon di tutta Italia e poi nel resto del mondo. Decathlon, Paddle Corporation, Gianluca Zambrotta, un trio fantastico destinato a creare qualcosa di unico nel mondo del Padel. Basti pensare a cosa può significare giocare durante le giornate torride estive una partita di padel a 20° climatizzati all’interno di una struttura come quella di Prato per esempio, progetto pilota da noi realizzato a novembre 2021 grazie alla splendida collaborazione con la Polisportiva 2A e all’idea visionaria e lungimirante del direttore Decathlon Maurizio Danesi.